Cosa vedere a Sondrio: Il Castello di Mancapane

Posted on 4 Min Lettura

Il primo trekking urbano nella città di Sondrio di cui ti voglio parlare è quello che ti porta fino al Castello di Mancapane, un rudere decisamente caratteristico del territorio valtellinese.

Se hai un occhio attento e sai bene dove guardare puoi intravedere la sua torre dalla strada statale!

Castello di Mancapane
La torre del castello
Castello di Mancapane
Il panorama dal Castello di Mancapane

La partenza del trekking

Lascia l’auto in garage e dai il via ad un trekking decisamente ecosostenibile.

L’unico mezzo di trasporto che userai saranno le tue gambe!

Si parte proprio dal centro di Sondrio, magari dopo una buona colazione in Piazza Garibaldi.

Tappa 1: la storica Scarpatetti

Segui le indicazioni per Scarpatetti.

Le puoi seguire grazie ai cartelli turistici di colore marrone lungo le vie della città.

Vedrai con i tuoi occhi che Scarpatetti è la zona storica della città con le sue stradine, i vicoli stretti e le case decisamente diverse dal centro di Sondrio.

Infatti, Scarpatetti è un vero e proprio quartiere contadino che con il tempo è rimasto invariato.

Lungo la strada si incontrano ben 3 cappellette e nel periodo natalizio viene allestito un presepe decisamente originale!

Ora stai gradualmente lasciando la città e incontri le prime pendenze di questo trekking urbano: la strada che attraversa Scarpatetti è in salita.

Castello di Mancapane
Il presepe di Scarpatetti
Castello di Mancapane
Tra le case di Scarpatetti

Tappa 2: località Ponchiera

Al termine di Scarpatetti si cammina di nuovo sulla strada asfaltata principale.

A sinistra c’è il Castel Masegra, storico castello di Sondrio, ora sede del Museo delle Storie di Montagna – CAST.

Si procede andando a destra e continuando in salita seguendo le indicazioni per la località Ponchiera.

Superata la zona abitata si abbandona la strada asfaltata e se ne prende una sterrata in piano che taglia a mezza costa le vigne.

Questo tratto è panoramico e si affaccia sulla città di Sondrio e sul versante orobico delle Alpi della Valtellina. 

Tappa 3: Montagna in Valtellina

Superata Ponchiera ci si addentra nel comune di Montagna in Valtellina, dal quale è ben visibile anche un altro famoso castello: il Castel Grumello che svetta sulla valle in lontananza.

Da qui spuntano i primi cartelli con le indicazioni per il Castello di Mancapane.

È il sentiero 399 e da Montagna ci vuole un’ora e 25 per raggiungerlo.

Per attraversare Montagna in Valtellina si cammina per la maggior parte del tempo lungo la strada asfaltata delle macchine.

ATTENZIONE: se sei di fretta e vuoi comunque visitare il castello puoi parcheggiare l’auto a Montagna in Valtellina (46.181269849788976, 9.899906904660485) e accorciare di molto il percorso. 

Tappa 4: il Castello di Mancapane

Alla fine dell’abitato di Montagna in Valtellina, seguendo i cartelli per il castello, finalmente inizia il bosco.

Qui il paesaggio cambia: si cammina lungo un sentiero nel bosco in leggera salita costeggiato da antichi muretti a secco.

Poco prima di arrivare al castello si attraversa un piccolo gruppo di case contadine con degli antichi ruderi. È anche pieno di bellissimi gatti!

Nell’ultimo tratto si procede in un bosco di latifoglie con alcuni passaggi secondo me molto suggestivi: un piccolo ruscello con un ponte in legno mi ricorda tanto i sentieri di casa mia.

Un ultimo sforzo ed ecco il magnifico e antico Castello di Mancapane risalente al XIII secolo.

Ora non ci resta altro che fare un giro e scoprire ogni suo mistero!

Castello di Mancapane
Castello di Mancapane

Dettagli del trekking e consigli utili

Partenza da Piazza Garibaldi, Sondrio: 46.170795005329275, 9.870113853164309

Località Scarpatetti: 46.17265077476725, 9.873857549387022

Sentiero: 399 da Montagna in Valtellina.

Lunghezza percorso sola andata: 6km 

Lunghezza totale del percorso: 12 km

Tempo sola andata: 2h50 circa

Dislivello positivo: 600 metri

Difficoltà: facile. È richiesto un minimo di allenamento per il dislivello.

Traccia GPS: https://www.komoot.it/tour/639789486 

Nonostante sia un trekking urbano è fortemente consigliato l’utilizzo di calzature adatte ad un trekking in montagna!

Variante ad anello: 5 tappa a San Giovanni e ritorno

Arrivato al Castello di Mancapane puoi scegliere se tornare a Sondrio per lo stesso sentiero dell’andata oppure proseguire per altri 200 metri in salita circa e raggiungere il paese di San Giovanni.

Se scegli questa variante dal castello si prosegue lungo un piccolo sentiero che si trova alle sue spalle.

CURIOSITA’: appena arrivato a San Giovanni prosegui per 50 metri sulla strada asfaltata verso destra per raggiungere il torrente. Se guardi verso monte ti accorgerai della presenza di una piramide di roccia!

Tornando sui tuoi passi, attraversa il paese e scendi seguendo i sentieri che tagliano i tornanti della strada principale..

Ci si addentra nel bosco percorrendo tratti più tecnici dovuti alla forte discesa. Ci sono anche alcuni tratti esposti: se vuoi evitarli prosegui fino a Montagna lungo la strada asfaltata e infine torna a Sondrio. 

Castello di Mancapane
Il sentiero per San Giovanni
Castello di Mancapane
Punto tecnico del ritorno

Variante ad anello: dettagli del trekking

Lunghezza totale del percorso: 14 km

Tempo totale: 6h circa

Dislivello positivo: 800 metri

Difficoltà: media. È richiesto un minimo di allenamento per il dislivello e la distanza.

Traccia GPS: https://www.komoot.it/tour/639792787

La discesa dell’anello prevede dei passaggi più tecnici.

Condividi sui tuoi social preferiti :)

Cosa ne pensi? Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Guido Noseda
Guido Noseda
31/05/2023
Persona competente, solare e disponibile a chiarimenti o informazioni, contenuti assolutamente interessanti su natura, escursioni e rispetto ambiente. 🔟😊🌳🏔
Leonardo Marmiroli
Leonardo Marmiroli
23/05/2023
5 stelle penso sia poco per quanto Benedetta grazie al suo sito e alle risposte super celeri sia riuscita a consigliarmi sui trekking e sulle opportunità di una vita in cammino! Per questo non finirò mai di ringraziarla per tutto quanto!! :)
Laura Garelli
Laura Garelli
22/05/2023
Sto programmando una vacanza in Valtellina anche grazie all'aiuto delle informazioni contenute nel web. Mi sono imbattuta nel sito "Due passi in natura" di Benedetta ed ho smesso di cercare altro: lì ho trovato tutto! Ma ancora di più le ho scritto via email e mi ha risposto in tempo zero una lunghissima risposta piena di dettagli e di consigli. Ora non mi resta che pianificare in autonomia sapendo che se avrò bisogno di altre indicazioni potrò ancora chiederle. Grazie infinite Benedetta per la tua cortesia, disponibilità e competenza.
Ivan Marturelli
Ivan Marturelli
02/03/2023
Che spettacolo... La natura
Ivan Giolai
Ivan Giolai
28/02/2023
👏👏👏🥇
Sandra Zugnoni
Sandra Zugnoni
14/02/2023
Blog molto interessante , ricco di spunti e informazioni , redatto con cura da una ragazza solare, piena di vita e amante della natura in tutti i suoi aspetti
Yuri Franco
Yuri Franco
03/02/2023
Semplicemente fantastica
🌳Il giorno esatto in cui ho capito che quello che...

🌳Il giorno esatto in cui ho capito che quello che...

➡️ “in realtà, la natura é il sistema di supporto...

➡️ “in realtà, la natura é il sistema di supporto...

STARE IN CONNESSIONE CON LA NATURA é un modo sano,...

STARE IN CONNESSIONE CON LA NATURA é un modo sano,...

PDF GRATUITO: OUTDOOR E INVERNO ⤵️❄️ • in Italia nel...

PDF GRATUITO: OUTDOOR E INVERNO ⤵️❄️ • in Italia nel...

USCIRE IN NATURA CON IL FREDDO: ❄️ l’inverno all’aperto porta...

USCIRE IN NATURA CON IL FREDDO: ❄️ l’inverno all’aperto porta...